23° Settembre-Pian della Paia

Io sul secondo tiro:occhio alla roccia!

La settimana scorsa, durante le mie ferie, ho ripetuto questa bella via insieme a Ivan Maghella.
La giornata è stata veramente piacevole: arrampicata classica e anche di placca, con sezioni tecniche e altre atletiche, chiodata poco e con passi obbligati non facili.
Insomma, tutto quello che un climber può desiderare.
Non scrivo la relazione perchè in internet si trova quella di Walter Polidori che è perfetta.
L’ unica cosa che mi limito a dire, rispetto alla relazione della “Scuola Guido Della Torre”, è che la via in questione ha una linea completamente autonoma e non è vero che bisogna affrontare i primi tre tiri della vicina “La fessura”.
Un consiglio, per i futuri ripetitori, è quello di non sottovalutare assolutamente la via.
Scordatevi l’ Heinz Grill di pareti come San Paolo o Coste dell’ Anglone.
“23° Settembre” è una via da affrontare con la giusta dose di preparazione.
Bisogna sapersi proteggere, arrampicare con protezioni distanti su roccia non sempre buona e avere una certa lettura del passaggio.
Detto questo, sicuramente un viaggio molto bello.
Buone ripetizioni!
PS: ho trovato uno stato di benessere quando, usciti dalla via, ci siamo ritrovati in un silenzioso e ombreggiato bosco di faggi. Veramente una bella sensazione.

“23° Settembre”

ATTACCO: come per la vicina “La fessura”. L’attacco di “23° Settembre” si trova 4 metri a destra in discesa.

La parete oltre il terzo tiro.

1° TIRO: su questo tiro non abbiamo trovato protezioni. Alzarsi con passo atletico e dopo aver superato una pianta traversare a sinistra. Entrare nel liscio e non facile diedro che sempre dritti conduce alla sosta. 35 m VI-,V

2° TIRO: proseguire nella fessura dritti, proteggendosi a friend prestando attenzione alla roccia. Superata una placca, affrontare il camino con passo non semplice anche per lo stato non ottimale della roccia. Sosta su albero. 40m VI-,V,VI-

3° TIRO: sempre dritti su roccia marcia, superare una fessura e di nuovo per risalti fino alla sosta in comune con “La fessura”. 35m IV,IV+,III
Da questa sosta, proseguire verso destra (indicazione).

Quarto tiro.
Sulla strozzatura in libera.
Placca con passi obbligati,non facile.

DISCESA: come “La fessura”. Unica cosa che mi limito a dire: hanno ampliato il crossodromo. Nel sentiero che taglia la forestale verso Pietramurata, ad un certo punto ci si trova ad una staccionata che impedisce il passaggio. Continuare lo stesso in discesa, facendo attenzione di non passare all’ interno della pista.

Pian della Paia

Pubblicato da Gianluca

Mi chiamo Gianluca Forti,amo arrampicare e allenarmi per raggiungere i miei obbiettivi. Il blog nasce per relazionare le vie che ripeto con i miei compagni di cordata. L'arrampicata è uno sport pericoloso,e chi lo pratica lo fa a suo rischio e pericolo. Non mi assumo nessuna responsabilità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: